Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Czech Danish Dutch English French German Greek Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Turkish Ukrainian

Caseificio Passalacqua

Alimentazione. Nutrizione infantile, i benefici del latte di asina amiatina

Se i bambini presentano una forma allergica verso il latte di mucca, gli esperti consigliano il latte di asina amiatina. Lo conferma uno studio dell'Università di Pisa. Non solo, il contenuto proteico è molto simile al latte materno.

E' quanto affermano le ricerche svolte dal dipartimento di Scienze veterinarie dell'Università di Pisa.
Il progetto, finanziato dalla Regione Toscana, ha riguardato lo studio delle proprietà nutraceutiche di questo alimento, nonché tutto ciò che concerne la filiera produttiva legata agli asini amiatini, una razza autoctona allevata in Toscana.
Al progetto hanno dedicato risorse anche l'Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer di Firenze e l'istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana e il Complesso Agricolo Forestale Regionale di Scarlino (Grosseto) dove sono attualmente allevati circa 150 asini amiatini.
La bontà e versatilità dell’alimento, in caso di allergie al latte di mucca o in assenza di latte materno, le spiega Mina Martini dell'Università di Pisa: "Il latte bovino è largamente utilizzato come sostituto del latte materno, ma dal 2 al 7,5% dei neonati è allergico alle proteine del latte vaccino e si tratta un problema non del tutto risolto dai latti industriali che spesso non incontrano il gusto dei bambini per il loro sapore poco gradevole – aggiunge l’esperta -, senza considerare che alcuni di questi prodotti non sono totalmente esenti dal rischio di sensibilizzazione allergica".
Dal sapore gradevole e dall’elevato apporto nutrizionale, come enuncia una nota dell'ateneo pisano, "ha un contenuto proteico medio (1,60%) simile a quello del latte umano, caratterizzato dalla bassa quantità di caseine, soprattutto quelle ritenute più allergizzanti e, come il latte materno, ha un alto contenuto di lattosio (7%) che stimola l'assorbimento del calci e la presenza elevata di lisozima e lattoferrina favorisce la riduzione delle infezioni intestinali", il latte di asina è dunque un'alternativa naturale, ben tollerata, al contrario di altri latti alimentari come quello di capra, ovino o bufalino. Inoltre “La possibilità di utilizzare il latte proveniente da un'unica razza, quella amiatina, garantisce una maggiore costanza nella qualità del prodotto impiegato e la possibilità, tramite la selezione genetica, di un continuo miglioramento qualitativo", osserva in conclusione Martini.

 
Le Rubriche di Radiopal

Seguici su Facebook

 

Seguici su Twitter

... i più letti

Scarica l'app

Entellano

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo

 

RADIOPAL