Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Czech Danish Dutch English French German Greek Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Turkish Ukrainian

Caseificio Passalacqua

Alimentazione. Proteine a colazione e diventiamo più tolleranti

Cosa vorrà dire mai questo studio condotto dall'Università della California a Los Angeles e pubblicato sulla rivista Pnas? Che se iniziamo con le proteine sin dalla colazione saremo ben disposti verso la giornata e coloro che la popoleranno? E cosa ne pensano i nutrizionisti?

Che l'alimentazione sia curativa per patologie cardiovascolari, per diabete e ora anche contro la depressione è un pensiero che si sta espandendo a macchia d'olio, ma che influisse anche sugli aspetti comportamentali di una persona, questa sembra proprio essere una novità storica.
Ma lo studio deve mettere tutti d'accordo, perché proteine si proteine no è l'atavico dilemma.
Eppure, lo studio condotto dai ricercatori dell'Università della California a Los Angeles, dimostrerebbe come una diversa ripartizione dei nutrienti durante la giornata, possa contribuire a modificare i nostri comportamenti. Secondo i dati emersi dalla ricerca se ci aspetta una giornata in cui dobbiamo prendere delle decisioni nella vita sociale, ad esempio siamo posti di fronte ad un'offerta economica a livello lavorativo oppure dobbiamo scegliere se dare o meno fiducia ad una persona, una colazione a più elevato contenuto proteico, sempre senza esagerare, potrebbe aiutarci ad assumere un atteggiamento più disponibile.
Ecco come la ricerca, effettuata su un campione di 87 volontari, ha studiato due differenti aspetti, tanti quanti i gruppi in cui sono stati divisi i partecipanti.
Per un gruppo di volontari la colazione prevedeva un alto contenuto di proteine, comprendente anche prosciutto e un po' di formaggio molle e Camembert; l'altro gruppo consumava principalmente pane, marmellata e frutta.
Successivamente veniva attuato l'esperimento. Ad entrambi veniva chiesto di prendere parte ad un gioco, chiamato ultimatum game, una partita a due, nella quale il primo giocatore ha 10 euro da dividere e ne offre 2 euro al secondo giocatore. Se il partner accetta, la quota viene ripartita secondo l'accordo ed entrambi beneficiano della loro parte, viceversa, se il giocatore respinge l'offerta, ritenendola troppo bassa, nessuno dei due prende i soldi.
Quasi 8 su 10, fra i partecipanti che avevano assunto una colazione proteica, hanno accettato l'iniqua offerta economica, pur di ricevere un compenso economico, mentre fra quelli che hanno consumato un primo pasto molto ricco di carboidrati e povero di proteine soltanto circa la metà ha accettato il basso compenso. Una seconda indagine su 24 volontari ha confermato il risultato precedente.
Dalle analisi biologiche del sangue dei volontari è emerso che, in chi aveva assunto una colazione molto proteica, maggiori erano i livelli di tirosina, componente biologico associato alla produzione dell'ormone dopamina, che a sua volta è coinvolta nella percezione della ricompensa, intesa come gratificazione.
Da un punto di vista nutrizionale tutto ciò come può essere reso fruibile dal momento che la colazione è il pasto più importante della giornata in quanto accende l'energia di una giornata intera? Secondo gli esperti, se si assume una quantità di proteine sin dalla mattina allora sarà necessario bilanciare e le stesse negli altri pasti della giornata. Raccomandano quindi di tenere in mente che sbilanciarsi non è mai un bene, pertanto carboidrati, grassi e proteine, i tre macronutrienti della nostra alimentazione, devono essere bilanciati senza esagerare né con gli zuccheri né con le proteine, legate poi ad altre patologie.

 
Le Rubriche di Radiopal

Seguici su Facebook

 

Seguici su Twitter

Scarica l'app

Entellano

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo

 

RADIOPAL