Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Czech Danish Dutch English French German Greek Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Turkish Ukrainian

Caseificio Passalacqua

La “Pasta di San Giuseppe”: una sfida per il gusto popolare, un riscatto per la comunità

Sarà una sfida all’ultimo bucatino quella che vedrà protagoniste alcune ”massaie” di Campobello di Mazara che per il secondo anno consecutivo parteciperanno all'iniziativa promossa dall’Associazione Raggio di Sole, in collaborazione con il noto chef Peppe Giuffrè. La manifestazione sarà ambientata nella splendida cornice della Chiesa dell’Addolorata a Campobello di Mazara.

La “Pasta di San Giuseppe” rappresenta una delle più antiche tradizioni popolari che l’Associazione Raggio di Sole ha voluto riprendere e riproporre per consentire la diffusione e la salvaguardia della cultura gastronomica locale.

Attraverso i ricordi delle antiche pratiche che i nonni sapientemente elaboravano, la “Pasta di San Giuseppe” era una pasta semplice che veniva fatta con i prodotti coltivati nelle campagne o nel proprio orto. Sono tante le ricette e diversi i modi di prepararla, anche all’interno della stessa comunità, perché ognuno la personalizzava con i prodotti a propria disposizione.

La prima edizione della manifestazione è stata un grande successo. Oltre alle diverse interpretazioni che i concorrenti hanno presentato al concorso, particolare interesse ha suscitato l’intervento dello chef Peppe Giuffrè, che è riuscito a sensibilizzare gli animi e a realizzare una pasta in chiave moderna con tutta la sua brillante arte.

Quest'anno, seconda edizione, la sfida sarà ancora più dura. A confrontarsi saranno dieci donne che sottoporranno le loro proposte al giudizio di una giuria composta da: Peppe Giuffrè, chef nonché artista del cibo e giocoliere della tradizione culinaria siciliana e inventore dell’officina gastronomica; Giovanni Lorenzo Montemaggiore, chef della Federazione Italiana Cuochi, Segretario regionale dell’Associazione “Disciplies Escoffier” e docente di cucina all’IISS di Sciacca; Giuseppe Castiglione, Sindaco di Campobello di Mazara; Gianvito Greco, direttore artistico del Comune di Campobello di Mazara e Massimo Russo, magistrato, già assessore alla salute della Regione Siciliana e appassionato di cucina.

Obiettivo dell'associazione Raggio di Sole non è solo il recupero delle tradizioni ma anche contribuire alla rivalutazione di un territorio, la cui comunità, in questi ultimi anni, è stata segnata da gravi fatti, compreso un commissariamento per mafia dell'amministrazione comunale. Una comunità in cerca di riscatto per l’affermazione della legalità e dei valori del vivere civile.

“I giovani devono guardare al futuro e poter essere fieri della loro appartenenza a questa comunità” è quello che Agata Calandro, presidente dell’Associazione, desidera sia il messaggio forte a testimonianza del loro impegno. Noi di Raggio di Sole vogliamo contribuire a questo riscatto principalmente per i giovani ma anche per un tributo alle meraviglie che la nostra terra offre.

Appuntamento a Campobello di Mazara per partecipare alla festa per la “Pasta di San Giuseppe” e assaggiare questo particolare piatto della tradizione popolare siciliana che sarà preparato da Peppe Giuffrè .

L’evento, che è aperto a tutti, si svolgerà il 24 marzo a partire dalle ore 17:00 nella suggestiva location della Chiesa dell’Addolorata.

 
Le Rubriche di Radiopal

Seguici su Facebook

 

Seguici su Twitter

... i più letti

Scarica l'app

Entellano

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo

 

RADIOPAL